Il calcolo dell'I.M.U sul nostro sito

Com'è noto, entro il prossimo 18 giugno, anche i cittadini modugnesi dovranno versare l'I.M.U. (Imposta Municipale Propria), ossia l'imposta introdotta - con molte varianti - in sostituzione dell'ICI.

L'Assessorato alle Finanze e Tributi a tal proposito informa la cittadinanza che su questo sito è reso disponibile ai cittadini, da oggi, un programma che consente di calcolare l'IMU dovuta.

E' una possibilità che viene presentata alla cittadinanza per semplificare le procedure di pagamento rese complesse dalla fase di avvio del nuovo tributo comunale. Il servizio consente ai cittadini di calcolare l'imposta dovuta in maniera semplice ed intuitiva, evitando rischi di errori o code agli sportelli per informazioni.

Ovviamente il Comune non è responsabile per eventuali errori dovuti all'inserimento di parametri di calcolo errati (rendita catastale o altro).

Dalla "home page" del sito è possibile accedere alla pagina "CALCOLO IMU", posta in alto sulla destra, dalla quale si possono consultare brevi istruzioni, calcolare l'importo dovuto, stampare un promemoria dei calcoli effettuati e compilare il modello F24 (anche la parte anagrafica) per eseguire i versamenti in banca o ufficio postale.

Il cittadino - contribuente, dopo aver cliccato sul pulsante "CALCOLO IMU", dovrà fornire pochi elementi (la categoria catastale, la rendita catastale al netto della maggiorazione del 5%, la quota di possesso, i mesi di possesso e, se proprietario di immobili adibiti ad abitazione principale, anche il numero dei comproprietari conviventi ed il numero dei figli conviventi, non più di otto, di età non superiore a 26 anni). Con un semplice "clik" sul pulsante "CALCOLA" otterrà il calcolo complessivo dell'imposta annuale. Inserendo, poi, nell'apposita videata, i propri dati anagrafici ed il codice IBAN del proprio conto corrente ed optando o per il versamento in 2 rate o per il versamento in 3 rate (quest'ultima opzione è possibile solo per l'IMU relativa all'immobile adibito ad abitazione principale) otterrà, cliccando sul pulsante posto in basso "STAMPA F24", anche il modello F24 completo da stampare e da consegnare in banca/posta per il relativo addebito.

Le aliquote utilizzate dal sistema per calcolare il tributo sono preimpostate e corrispondono a quelle fissate dal decreto istitutivo dell'Imposta da utilizzarsi per il pagamento dell'acconto.

Il servizio è realizzato dall'Ente senza costi ed è predisposto in collaborazione con ANUTEL, (Associazione Nazionale Uffici Tributi Enti Locali), con la quale l'Ente è associato.

Si è certi di aver dato un piccolo contributo, che si spera venga gradito dalla cittadinanza, al fine di semplificare gli adempimenti per i contribuenti in un ottica di maggior qualità del servizio e di riduzione degli adempimenti burocratici.


IL DIRIGENTE - FUNZIONARIO IMU                          L'ASSESSORE ALLE FINANZE

      Dott. Fulvio GESMUNDO                                             Avv. Paolo MARRA

A proposito

Questa pagina contiene la pubblicazione del 30.05.12 17:58.

L'IMU sperimentale non è un'imposta comunale: lettera aperta ai cittadini del Sindaco e del Presidente ANCI Puglia è la precedente pubblicazione.

Comunicazione per gli elenchi integrativi dei giudici popolari è la successiva pubblicazione.

Cerca i contenuti recenti nella pagina iniziale oppure guarda in archivio per cercare tutti i contenuti.